home  | mail                                                                                                                        Anno VIII, Marzo 2013

 

TRIBUNALE DI ANCONA; sentenza 13 febbraio 2013, n. 185; Pres. MICONI; Est. BORA.

 

Separazione personale –  Obbligo di mantenimento dei figli – Genitore disoccupato - Configurabilità - Capacità lavorativa e potenzialità reddituale – Rilevanza (Cod. civ., artt. 147, 148 e 155).

 

«In tema di mantenimento dei figli, l’art. 148 cod. civ. dispone che i genitori devono contribuire al mantenimento dei figli in proporzione alle rispettive sostanze e secondo le loro capacità di lavoro professionale o casalingo, cosicché, in base a tale disposizione normativa, il genitore, anche se disoccupato, ma dotato di capacità lavorativa e di potenzialità reddituale, deve contribuire al mantenimento dei figli, seppure in misura minima, non essendo rilevante il solo fatto del suo attuale stato di disoccupazione» (massima affidamentocondiviso.it) (1)

 __________

    (1) Nella specie, il Tribunale di Ancona, in applicazione del riferito principio di diritto, ha posto a carico del padre, disoccupato ed agli arresti domiciliari per il reato di maltrattamenti nei confronti dell’altro coniuge, un contributo al mantenimento dei due figli (rispettivamente, di anni 21 e 15) nella misura “minima” mensile di complessivi 300,00 euro (150,00 euro per ciascun figlio), sul rilievo che non erano ravvisabili apprezzabili elementi oggettivi per dubitare della sussistenza, in capo a tale genitore, quantomeno della capacità lavorativa generica, che non era esclusa dalla misura cautelare in atto nei suoi confronti.

    In argomento, un autorevole interprete ha evidenziato che: «la contribuzione minima cioè in presenza di un genitore disoccupato ma almeno dotato di generica capacità lavorativa, al momento, è individuata presso il Tribunale di Catania in €. 180,00 al mese (pur se non v'è un aumento esponenziale in caso di più figli)» (F. Distefano, Criteri di determinazione degli assegni nei procedimenti di separazione e divorzio, relazione tenuta all'incontro di studio organizzato dal C.S.M. e tenutosi, in data 15.3.2008, a Palermo).

 

 

VEDI TESTO INTEGRALE DELLA SENTENZA

 

 

                                                   torna indietro